Site Overlay
Vini di Alsazia

Vini di Alsazia

La gamma dei vini di Alsazia è particolarmente ampia ma totalmente diversa degli altri vini francesi, a causa della storia e della geografia della loro regione di origine.
Una delle particolarità dei vini di Alsazia è che il loro nome viene dell’uva che lo produce totalmente: riesling, silvaner, gewurztraminer, ecc.
Bel & Bon ha selezionato per voi una gamma di vini alsaziani pregiati.
Per il Sylvaner, potrete trovare il millesimato 2018 della cantina Meyer-Thuet, che è stato premiato nel 2019 medaglia d’oro al famoso Concours Général Agricole di Parigi. Fresco e leggero, discretamente fruttato, questo Sylvaner va degustato con degli antipasti, salumi, pesci e frutta di mare.
Il Riesling 2018 della Cantina Meyer-Thuet ha vinto la medaglia d’Oro al Concours International de Lyon, che premia solo vini e birre. Si tratta di un vino secco, grintoso, di una grande finezza, che accompagna perfettamente il pesce, i frutti di mare e la carne di pollame. Il Riesling è anche il vino per eccellenza della choucroute, il famoso piatto dell’Alsazia composto di crauti, salciccia e carne di maiale (per provarci, abbiamo la choucroute già cucinata dalla Maison Patignac!)
Invece il Gewurztraminer 2018 – medaglia d’oro 2019 al Concours des grands de France de Macon – della cantina Meyer-Thuet è naturalmente più strutturato, aromatico e con degli gusti caratteristici dei fiori. I suoi tratti famosi permettono di proporlo come aperitivo, con tutti i piatti speziati, esotici, con i formaggi forti (bleu, roquefort, capra…) o i dolci.
Il suo “grande” fratello, Gewurztraminer Vendemmie tardive 2017 (o Vendanges Tardives), è elaborato con l’uva dopo i primi geli: la frutta concentra gli aromi e gli zuccheri per permettere di darne ancora più gusti. Si abbina con gli stessi piatti, ma anche con il foie gras (consigliamo il nostro della Maison Patignac, medaglia di bronzo al concorso général agricole di Parigi 2019).
Per concludere, presentiamo il Crémant di Alsazia Brut della Cantina Meyer-Thuet: prodotto secondo lo stesso metodo tradizionale del Champagne, a partire di Pinot bianco e uva dell’Auxerois, ha vinto la medaglia d’Oro al concorso di Lione nel 2018. Si beve sia un aperitivo, che con un dolce o ancora durante tutta la cena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *